Dove siamo
Il team Flight Simulator City opera all'interno dell'associazione Know K. Centro Studi e Ricerche in via Col. Lorenzo Cariglia, 12 (ex III^ Traversa Corso del Mezzogiorno) 71122 - Foggia.

T. +39 0881 727282
F. +39 0881 726889

email: info@flightsimulatorcity.it



Cenni Storici dell'Aeronautica in Capitanata

La Capitanata è un territorio che da sempre, dagli albori dell’aviazione, ha avuto un posto di rilievo nella storia dell’aeronautica italiana, sia militare sia civile.

L’aeroporto di Foggia Gino Lisa, intitolato al pilota torinese eroe della Prima Guerra Mondiale, morto nel 1917 a soli 21 anni, è stato, infatti, uno dei primi aeroporti italiani.

L’aeroporto iniziò la sua attività operativa come Campo di Volo per la Regia Aeronautica nel 1915, all’inizio della grande guerra. Dal 1918 al 1938 divenne la sede di un'importantissima Scuola di Volo internazionale gestita e frequentata dai piloti americani sui Triplani Caproni. In questo periodo conseguì il brevetto di pilota militare, e successivamente assunse anche il comando della scuola di volo, il Magg. pilota Fiorello La Guardia, figlio di emigrati foggiani e futuro sindaco di New York.

Durante la Seconda Guerra Mondiale i tedeschi costruirono una pista in cemento da 1500 m e l'aeroporto ebbe un’importanza strategica per la sua dislocazione e per la natura del territorio particolarmente favorevole all’attività di volo.

Questa rilevanza strategica per l’attività di volo in Capitanata  fu condivisa anche dagli alleati anglo-americani che utilizzarono l’aeroporto di Gino Lisa per le maggiori operazioni aeree contro i tedeschi (insieme ad oltre 70 piste in terra battuta o realizzate con le famose “grelle”, tra cui altri due aeroporti importantissimi, Amendola e Ortanova – località Borgo Mezzanone).

Dopo la Seconda Guerra Mondiale e fino al 1969, l’aeroporto di Gino Lisa fu utilizzato dall’Aeronautica Militare Italiana, insieme all’altro aeroporto militare di Amendola, come scuola di volo per tutti i piloti dell’Aeronautica Militare Italiana impiegando anche il famoso Vampire, che è stato il primo velivolo a reazione in dotazione all’A.M.

Dal 1969, ceduto all’aviazione civile, ad oggi e a fasi alterne, dall’aeroporto di Gino Lisa sono stati garantiti collegamenti con Roma, Taranto, Trieste, Milano, Torino e Palermo.
Dal 1976 ospita la Società di Navigazione Aerea "ALIDAUNIA": l'unica azienda in Italia che effettua, con frequenza giornaliera, voli di linea con velivoli ad ala rotante (elicottero). 
Inoltre, da moltissimi anni, viene anche svolta attività di volo dagli amici dell’Aeroclub “Vito Petruzzelli” su velivoli biposto e quadriposto.