Sim B737-800 NG

Il simulatore di volo del Boeing 737-800 NG, realizzato dalla Flight Simulator Center, società integrata nella Professional Show spa con sede a Limena (PD), è una vera e propria cabina di pilotaggio in scala 1:1. L'hardware utilizzato è costituito da PC professionali (utilizzati anche su alcuni simulatori militari) che lavorano con le più potenti e moderne CPU, schede madri e schede video esistenti sul mercato. La cabina di pilotaggio in configurazione "Twin Seat" (doppia postazione, cioè con due piloti) è dotata di tutta l'avionica presente sul vero Boeing 737: dal Pannello dell'Autopilota ai Pannelli Radio, dal GPS (Global Positioning System) all'EFIS (Electronic Flight Instrument System), dall'impianto antincendi al GPWS (Ground Proximity Warning System) e due FMC (Flight Management Computer) a colori.

Alcuni sistemi, ovviamente, non sono stati implementati e sviluppati perché non influenzano l'operatività del Simulatore: l'impianto dell'ossigeno, gli impianti idraulici, l'apparato radar e la gestione dei portelloni; ma i pannelli e le relative spie sono presenti e funzionanti. Il programma utilizzato per la simulazione del volo è il famoso X-PLANE, uno dei più avanzati simulatori di volo esistenti sul mercato nella sua categoria, sviluppato dalla Laminar Research. Nato inizialmente per essere utilizzato esclusivamente da Austin Meyer (uno dei suoi sviluppatori; un ingegnere che lo utilizzava per i suoi test di volo), X-PLANE si è poi evoluto a tal punto da essere immesso sul mercato. Giunto ora alla sua decima release, (sul nostro Simulatore, per motivi tecnici connessi all'enorme lavoro di sviluppo svolto fino ad oggi, è installata la versione 9.7), X-Plane si basa sul concetto fisico della fluidodinamica, il comportamento di un oggetto immerso in un fluido (in questo caso l'aria).

Progettare un Boeing 737 in ambiente X-Plane vuol dire generare dei files di configurazione per tale velivolo (un file per i profili alari, un file per le dimensioni, un file per la massa del velivolo, etc), che vengono interpretati da X-Plane come un aereo che, in tutti i suoi moti direzionali, oppone una resistenza all'aria uguale a quella che oppone il vero Boeing 737. Ne risulterà un comportamento in X-Plane praticamente uguale alla realtà. Il programma X-Plane è stato inoltre implementato con il progetto SIRX 2009 che è uno scenario fotorealistico di tutto il territorio italiano, della Svizzera, dell'Austria e parte della Slovenia con definizione dei dettagli grafici a 1 m per pixel e per alcune zone a 0,50 m per pixel. Lo scenario SIRX 2009 è stato realizzato con tecniche di elaborazioni grafiche d'avanguardia e costituisce un ADD-ON di circa 400 Gb (GigaByte). La componente "visual" è rappresentata mediante l'impiego di sette monitor LCD da 30 pollici, gestiti e controllati da un potente server; configurazione che rende questo simulatore unico nella sua classe in Italia.

Tale soluzione ha consentito di ottenere una panoramica di oltre 180° con una risoluzione di 2560x1600 pixel per monitor, ottenendo così il più alto livello di dettagli e contrasto mai raggiunti fino ad ora. La potenza di elaborazione dei suoi PC e delle potenti schede video (su ogni PC sono installate due schede video di ultimissima generazione connesse in parallelo; caratteristica che raddoppia le prestazioni di elaborazione del visual, ottenendo un risultato mai visto in precedenza) rendono il "visual" così fluido da sembrare un filmato effettuato con una telecamera professionale e non il risultato del motore grafico. Il Simulatore si integra perfettamente anche nel volo on-line, essendo perfettamente compatibile con le applicazioni dei due maggiori server di simulazione: VATSIM e IVAO, che ti permettono di volare collegato ad internet e, attraverso cuffie e microfono, di interagire con i controllori virtuali e con tutti gli altri utenti.

Il Simulatore si completa con un server su cui è installato il software Project Magenta che gestisce tutta la cabina di pilotaggio e le prestazioni del velivolo. Tutto l'hardware (sette client, due server on-line ed un server di stand-by) è assemblato in due rack funzionali.